Questo sito utilizza i cookies al fine di garantire il miglior servizio possibile. Continuando ad utilizzare questo sito l'utente accetta l'uso dei cookies. Per maggiori informazioni, consultate la nostra Informativa sulla Privacy.

Database di informazione

Si raccomanda un allineamento radiale dell’utensile con max. 20 μm.

1. Allentare tutte le viti di regolazione e pretensionarle con 1 Nm (gli utensili nuovi vengono già forniti in questa condizione).

2. Posizionare il comparatore con l’indicatore μ sul punto rettificato.

3. Ruotando l’utensile, rilevare il punto del massimo errore di concentricità tramite il comparatore.

4. Girare in senso orario la vite di regolazione corrispondente con la chiave a esagono interno (1) fino a correggere per metà l’errore di concentricità.

Sovratensione di ca. 5 μm.

5. Allentare la vite di regolazione opposta (2) di una misura pari alla sovratensione.

6. Regolare tutte le viti di registrazione finché la concentricità non è < 2 μm.

Nota:

  • La concentricità deve essere controllata ed eventualmente corretta ogni qualvolta si cambia un attacco, si passa a una diversa applicazione, dopo ogni compensazione dell’usura e prima di ogni messa in funzione, seguendo le operazioni di regolazione da 1 a 6.
  • Le viti di regolazione durante l’uso devono essere sempre tirate con almeno 1 Nm. 
  • Rimane poi una coppia per la messa a punto della regolazione di 4,5 Nm.

Attenzione:

  • passo differenziato dei taglienti!
  • Solo due taglienti sono esattamente contrapposti (180°) = misurazione del tagliente
  • Siccome i taglienti sono rastremati occorre misurare stando molto vicini all‘imbocco (in base alla conicità, vedi immagine). Per il PCD occorre un lettore esterno. Non usare mai alcuno tipo di micrometro perché potrebbe scheggiare il tagliente.