Foratura manuale in materiali in fibra composita e leghe di titanio

Manipolazione ergonomica e massima qualità garantite

Anche nella produzione all’avanguardia di aeroplani, alcune fasi di lavorazione continuano ad essere manuali: con un numero di giri fisso e senza lubrificazione, l’operatore esegue i fori in svariate combinazioni di materiali con fibra di carbone rinforzata, alluminio o titanio imprimendo pura forza muscolare. Di solito, ciò avviene in tre o più fasi: esecuzione del foro pilota, esecuzione del foro e alesatura finale. Per tali applicazioni è necessario un utensile ergonomico che, indipendentemente dalla costituzione fisica dell’operatore, garantisca risultati di massima qualità. Per fortuna noi, rinomati produttori di utensili manuali e fornitori di numerose aziende produttrici di aeroplani e subfornitori, mettiamo a disposizione anche il know-how per la lavorazione di materiali sandwich.

E grazie alla collaborazione con università e istituti di ricerca , forniamo un contributo attivo alla progettazione del futuro dell’asportazione truciolo .

Leghe di titanio: evacuazione del truciolo scaldato senza problemi

Il titanio è molto usato nella costruzione di aeroplani per la sua resistenza al calore anche in presenza di alte temperature, il basso peso specifico e la resistenza alla corrosione. Tuttavia, la bassa conducibilità termica ne rende difficile la lavorazione perché il calore del processo produttivo si trasmette al pezzo e all’utensile invece di essere evacuato insieme al truciolo. Una lubrificazione e parametri di asportazione truciolo corretti, però, garantiscono una procedura senza problemi. Grazie all’esperienza decennale con titanio, il Team Cutting Tools è in grado di definire la combinazione adatta di qualità di metallo duro e geometria. Grazie alle nostre soluzioni estremamente robuste è quindi possibile rendere efficienti i processi produttivi anche con questo materiale.

Assicurare processi produttivi efficienti anche in titanio

Materiali – possibilità di lavorazione

Esperienza decennale nella lavorazione di tutti i materiali sandwich nel settore aerospaziale e ulteriori combinazioni, ad esempio con acciaio o Inconel.

Materiali in fibra composita: nessun problema per noi

Separare meticolosamente la fibra: la priorità assoluta

Le materie plastiche con fibra rinforzata di carbonio o di vetro sono caratterizzate da una resistenza enorme, ma vantano anche un peso specifico molto basso. Per la lavorazione ad asportazione truciolo dei materiali in fibra composita altamente abrasivi la priorità è garantire la separazione precisa delle fibre ed evitare la delaminazione e sporgenza delle fibre. Durate utili lunghe e tolleranze strette sono dunque raggiungibili solamente con geometrie adattate e rivestimenti di alta qualità in diamante oppure utensili dotati di PCD.

Per tutto ciò la nostra azienda mette a disposizione sia un reparto di produzione che lavora con la massima precisione sia dipendenti esperti di materiali compositi in fibra.

Esempio: foratura manuale “one shot” di materia plastica con fibra rinforzata di carbonio e alluminio

Dati tecnici

  • Punta in metallo duro integrale senza rivestimento
  • Foro Ø 5,1 mm
  • Processo di foratura: foratura “one shot” (OSD)
  • Materiale sandwich di materia plastica con fibra rinforzata di carbonio e alluminio (6 mm – 4 mm)
  • Macchina: macchina foratrice manuale pneumatica con 3.300 1/min
  • Durata utile >100 fori

Vantaggi e prestazioni

  • Risparmio di fasi del processo
    → Riduzione dei costi
    → Maggiore produttività
    → Riduzione dei tempi di esecuzione
  • Ridotto numero di utensili diversi
  • Possibile riaffilatura degli utensili
    → Risparmio costi e riduzione dell’impatto ambientale
  • La geometria del tagliente adattata offre un utilizzo ergonomico e risultati indipendenti dall’operatore, combinato a un’ottima durata utile